ROSSO

"L’energia sessuale, la più forte leva che muove il mondo"


Il colore rosso è il colore che rappresenta la forza di volontà, la generosità, la capacità di agire e di reagire.

È il colore della sessualità, della passione, dell’amore.

Il rosso è il colore del coraggio, della fisicità, dell’aggressività, della rabbia, dell’ira.

Il rosso è il colore del sangue, del cuore, del ciclo mestruale.

Il rosso è il colore dell’energia primordiale, dell’energia vitale e dell’energia sessuale.

Il rosso è il colore del fuoco, con tutte le sue connotazioni positive e distruttive.

Il rosso è il colore della terra africana.

Voglio oggi riflettere su un’argomento che mi tocca molto, ma che nello stesso tempo per me è molto

delicato, non è mio scopo insegnare nulla anzi, lungi da me, voglio solo condividere il mio pensiero legato

all’energia sessuale.

Viviamo in un mondo in cui, nonostante tutti noi siamo nati in seguito all’atto sessuale, la sessualità è

ancora vista come qualcosa di sporco, qualcosa di vergognoso, qualcosa di cui ci si imbarazza parlare e non ci si sente totalmente liberi di potersi esprimere a riguardo e soprattutto conoscere.

Proviamo solo a pensare a come vengono ridicolizzati e scherniti i nomi delle parti genitali femminili e

maschili ai bambini? Perché? Perché ai bambini si insegna che gli organi che servono a respirare si

chiamano polmoni, che l’organo che batte sotto al nostro petto e pompa il sangue in tutto il corpo si

chiama cuore, mentre l’organo genitale femminile attraverso il quale si prova il piacere più intenso che la

donna possa vivere e attraverso il quale viene originata una nuova vita viene sminuito chiamandolo:

“patatina”, “farfallina”,…e mille altri nomignoli? Idem per l’organo riproduttivo maschile? Perché non si

insegna ai bambini che si chiama pene? In fondo è l’organo che direziona il seme per una nuova vita e che

durante l’incontro con l’organo femminile contribuisce allo sprigionare di un’energia così potente che

ancora non siamo in grado di riconoscere e valorizzare ma spesso sottovalutiamo, abusiamo e disperdiamo.

Così che al posto che l’atto sessuale sia vissuto con estasi e piena consapevolezza, spesso viene vissuto con umiliazione, sottomissione, senso di colpa, giochi di potere e dolore.

L’energia sessuale è la più potente leva che muove il mondo, è un’energia potente, di creazione, di

guarigione ed elevazione.

L’energia sessuale è spesso poco compresa, scambiata con l’esperienza sensoriale, legata al piacere e alla sessualità. Ma andiamo oltre al puro atto e viviamo questa esperienza come qualcosa di molto elevato e con una carica vibrazionale alta.

Io credo che è giunto il momento di cambiare visione riguardo alla sessualità, iniziando a viverla come

qualcosa di sacro e profondo qualcosa di estremamente potente ma anche estremamente distruttivo, tutto sta nell’intenzione che mettiamo. Se iniziamo a cambiare l’atteggiamento che ci hanno insegnato a scuola, i religiosi e i moralisti in cui la donna è il “il sesso debole” mentre l’uomo “il sesso forte” e in cui il sesso è un atto proibito e iniziamo a osservare l’uomo e la donna come due entità sacre, preziose e interconnesse e iniziamo a vivere e sperimentare la sessualità con consapevolezza, con delicatezza e rispetto reciproco.


L’energia sessuale è collegata a tantissimi ambiti della nostra vita alle relazioni, alla salute fisica, psicologica

ed emozionale, alla procreazione, alla volontà, alla creazione, alla materializzazione i progetti, agli stati di

consapevolezza superiore.

È un’energia che quando nasciamo ne abbiamo un tot a disposizione, che varia da persona a persona, a

dipendenza di tanti fattori, una volta esaurita è una delle poche energie che non può essere rigenerata e

aumentata.

È una forma di energia importantissima. Ma spesso è un’energia non compresa totalmente, limitata solo

all’esperienza sensoriale e sessuale, ma proviamo a concepire questa energia al di fuori del godimento

fisico ma vediamola come qualcosa che appartiene a dimensioni più elevate.

A differenza di come questa energia viene indirizzata e canalizzata essa si esprime in maniera differente. Se la si direziona solo verso le centri inferiori, gli organi genitali, questa porterà all’aumento del piacere

sensoriale, al godimento, all’esperienza sessuale, alla procreazione dei figli e alla moltiplicazione della

specie.

Se la esprimiamo invece attraverso il centro del plesso solare, che è il centro connesso alla nostra volontà e al senso del nostro scopo individuale ci accorgiamo come questa energia si esprime come determinazione, capacità di concretizzare, progettazione, forza pura di volontà nella nostra vita.

Molte persone però non conoscono questa energia più elevata e la disperdono per un puro piacere

sensoriale diventano incapaci di realizzare ciò che vogliono della loro vita come se fossero privati del loro potere di volontà di conseguire con determinazione e disciplina un obiettivo.

Se questa energia invece viene canalizzata attraverso il cuore, viene manifestata come Amore,

compassione, empatia, inclusione, ed è sempre la stessa energia, non è cambiato assolutamente niente, è solo il modo diverso in cui viene canalizzata.

Idem se esprimiamo questa energia attraverso il centro della gola, si esprimerà attraverso il suono, le

parole, la purezza della voce, ci sono infatti parole e concetti che se pronunciate da persone differenti

hanno una carica magnetica e creativa totalmente diversa.

E infine quando questa energia viene indirizzata nei centri più alti, nei centri dove risiedono gli stati di

coscienza superiori, quindi la pura consapevolezza di sé e la conoscenza più pura, senza forma della vita,

allora è possibile trasformare totalmente questa energia in stati di super coscienza, di gioia, felicità e di

estasi senza il coinvolgimento degli organi genitali.

Quindi questa energia è neutra, ha un potere molto grande e a differenza di dove viene canalizzata ha

funzione differenti.